LANGUAGE

Bankitalia, Conte isolato da Salvini e Di Maio: «Facciamo calmare le acque, ci penseremo»

ESTERI


ROMA — «Stiamo approfondendo», spiega alle agenzie, al termine della cerimonia del Giorno del ricordo, al Quirinale. «Meglio aspettare. Rinviamo, facciamo calmare le acque e ci pensiamo più avanti», dice più tardi ai suoi. Giuseppe Conte, in mezzo al fuoco incrociato dei due vicepremier, tra crisi diplomatiche con la Francia, turbolenze con l’Europa e missili sparati in direzione di Bankitalia, decide di non decidere. Lo descrivono inquieto, spiazzato dal crescere delle tensioni e preoccupato che una sua mossa possa provocare il crollo di quell’edificio sempre meno…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE