LANGUAGE

Prof indagata per violenza sessuale su 14enne, col marito in Questura: «Pronta a fare esame del Dna»

CRONACA

PRATO – La signora da ieri è barricata in casa: «E ci credo, scusate, perché Prato mica è New York! Io mi sento tranquilla, ma adesso temo le chiacchiere, le occhiate, i pettegolezzi, questa storia è sulla bocca di tutti, se poco poco si capisce chi sono, poi non vivo più». Così lei ora parla solo con il suo avvocato, Mattia Alfano di Firenze, che ne riporta il pensiero. «Il bimbo che ho avuto cinque mesi fa? Certo che l’ho voluto, avrei potuto abortire e invece oggi sono una mamma felice. Felicissima. Non ho proprio niente da nascondere, tanto che ieri sera (venerdì, ndr)…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE