LANGUAGE

La Corte di Strasburgo si è espressa a favore del riconoscimento legale del rapporto tra un minore nato dalla gestazione per altri e sua madre non biologica

ESTERI


Mercoledì la Corte europea per i diritti umani, tribunale con sede a Strasburgo (Francia), si è espressa a favore del riconoscimento legale del rapporto tra un minore nato dalla gestazione per altri – o “surrogazione di maternità” – e la madre cosiddetta “intenzionale”, quindi non biologica. La sentenza non produce effetti vincolanti sulle decisioni dei singoli stati, ma è comunque importante per situazioni simili future. In Italia la gestazione per altri è illegale.

Che cos’è la maternità surrogata

La Corte, ha scritto Repubblica, era stata interpellata da…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE