LANGUAGE

la Formula E per ora è in perdita, ma Roma (ingorghi a parte) ci guadagna – Business Insider Italia

ECONOMIA


Circuiti cittadini nelle principali città del mondo su cui potessero sfrecciare automobili rigorosamente elettriche. Un’idea giovane, avuta nel 2011 dal presidente della Federazione internazionale dell’automobile (Fia) Jean Todt, che ha preso corpo per la prima volta il 13 settembre 2014 con l’E-Prix di Pechino.

Correre in città è possibile proprio per la natura delle vetture elettriche, che producono poche emissioni e poco rumore. Roma è una delle tappe del circo e, il 13 aprile appena trascorso, ha visto correre per la seconda volta i bolidi sulle strade dell’Eur.

Soldi sì…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE