LANGUAGE

“Lo spread? Non mi preoccupa, ma Draghi usi di nuovo il bazooka”

ECONOMIA


Il fuoco dei mercati ha iniziato a bruciare più rapidamente. E le fiamme puntano prima alla legna secca, debole. Quella dello spread è dinamica conosciuta: nella reazione a catena che si innesca si scottano maggiormente i Paesi più fragili. L’Italia sa – dal 2011 a oggi – quanto questo sia vero. Oggi lo sa ancora di più con lo spread tra i Btp e i Bund tedeschi schizzato oltre i 290 punti. Ma ne è drammaticamente conscia soprattutto per un altro motivo. La Grecia, simbolo delle finanze finite in default, fa meglio: i titoli di Stato italiani a cinque anni sono giudicati più…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE