LANGUAGE

I sovranisti sono il nuovo establishment, gli europeisti sono i ribelli

ESTERI


L’apocalisse era una fake news. Matteo Salvini e Viktor Orbán non prenderanno il controllo dell’Unione europea dopo le elezioni del 26 maggio. Al contrario, i nazional-populisti resteranno ancora una volta ai margini delle istituzioni comunitarie. Se si esce dal terreno istituzionale per entrare in quello delle idee, però, bisogna ammettere che sono loro a dare il tono e a fissare l’agenda della conversazione. Perfino gli avversari più accesi, oggi, hanno integrato i loro argomenti e li impiegano, più o meno…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE