LANGUAGE

Hong Kong: il governo si divide e pensa a un rinvio della discussione sulla legge per l’estradizione

ESTERI


HONG KONG – Dopo un milione di persone scese per strada a protestare, dopo gli scontri di mercoledì tra la polizia e gli studenti, con una nuova marcia già programmata per domenica, il governo di Hong Kong mostra per la prima volta qualche segno di ripensamento rispetto alla legge sull’estradizione verso la Cina.

Finora la Chief executive Carrie Lam è stata come suo costume inflessibile, rilanciando e anzi perfino accelerando l’iter della norma a ogni manifestazione di dissenso. Negli ultimi tre giorni però, quello dei disordini e i due successivi, le sedute del consiglio legislativo…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE