Dazi Usa: dal Prosecco al Parmigiano, il made in Italy che rischia di più

Prima Notizia 24


Federalimentare, la federazione delle associazioni confindustriali che rappresentano le aziende della filiera agroalimentare, “raddoppia” le stime Coldiretti: i dazi autorizzati dalla Wto potranno causare un taglio potenziale di mancato export in Usa che va dai 650 milioni (considerando dazi per il 30%) fino ai 2 miliardi e oltre, cioè un export praticamente dimezzato (in caso di dazi al 100%). «Sono numeri importanti, che preoccupano le nostre imprese ma che non devono indurci a inutili allarmismi – ha affermato Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare, interpellato da Radiocor…

LEGGI L’ ARTICOLO ORIGINALE

Next Post

Crotone in lutto: morto il preparatore atletico Mascheroni

Share this on WhatsApp Federalimentare, la federazione delle associazioni confindustriali che rappresentano le aziende della filiera agroalimentare, “raddoppia” le stime Coldiretti: i dazi autorizzati dalla Wto potranno causare un taglio potenziale di mancato export in Usa che va dai 650 milioni (considerando dazi per il 30%) fino ai 2 miliardi […]

Subscribe US Now

Translate »