Tempesta Ciara, una donna morta in Valtellina colpita da un tetto scoperchiato


La tempesta Ciara ha provocato una vittima in Valtellina. Questa mattina morta una donna di 77 anni colpita dai frammenti di uno dei diversi tetti scoperchiati dal forte vento in via Valeriana Vecchia a Traona (Sondrio). Soccorsa inizialmente dai vigili del fuoco e poi affidata ai sanitari giunti sul posto con un elicottero e un’ambulanza, ogni tentativo di rianimazione della pensionata, residente in zona, per risultato vano. Le ferite riportate dalla donna si sono rivelate troppo gravi e il medico non ha potuto far altro che constatarne il decesso. Nel frattempo anche alcuni cavi della linea elettrica sono stati tranciati. La tempesta Ciara ha lasciato una scia di morte e distruzione sul Nord Europa causando vittime e danni, dalle Isole britanniche si portata verso gli stati centrali del Continente fino a coinvolgere la Francia, Germania, Polonia, stati alpini, Paesi baltici e parte della Penisola balcanica.

Allerta meteo in Lombardia, vento a 200 km/h in Piemonte

L’allerta meteo che riguarda il nostro territorio stata diramata ieri dalla Protezione Civile di Regione Lombardia. Il Comune di Lecco per precauzione, ha deciso di tenere chiusi, per l’intera giornata di oggi, i parchi cittadini, mentre in Piemonte, anch’esso colpito dalla tempesta Ciara, in diverse aree della regione, l’Arpa ha registrato raffiche di vento oltre i 200 km/h (il record a quota 3.272 metri in Gran Vaudala). Vento forte anche al Lago Paione (143 Km/h), Rifugio Mondovi (141 Km/h) e, pi a bassa quota, ad Avigliana (74 km/h), Torino (72 Km/h) e Pinerolo (64 Km/h).

Le raffiche

Le raffiche hanno gi causato danni nel Torinese e nella notte sono stati decine gli interventi dei vigili del fuoco per dissesti e alberi pericolanti. Rimangono elevate anche le temperature, che stamattina, nel Torinese e nel Cuneese (dove una tromba d’aria si abbattuta sullo stabilimento dell’Acqua Sant’Anna a Vinadio), hanno raggiunto i 18 gradi. Il caldo anomalo ha costretto alla chiusura alcuni impianti sciistici del comprensorio della Vialattea, in alta Val Susa, dove le temperature hanno sfiorato i 20 gradi. Effettuati stanotte a Rimini oltre 30 interventi per il forte vento che ha colpito la costa romagnola. Lo scrivono su Twitter i vigili del fuoco postando una clip che mostra la rimozione di alcuni alberi caduti in strada a Coriano e Santarcangelo di Romagna.

11 febbraio 2020 (modifica il 11 febbraio 2020 | 12:32)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close