Dividendi, e se gli aiuti di Stato li sgonfiano? In Svezia è già così


Dopo anni generosi raccolti per gli azionisti potrebbe arrivare una stagione di vacche magre. Un allarme in questo senso arrivato dalla Banca Centrale Svedese che ha ammonito gli istituti di credito del Paese: se accettate gli aiuti di Stato per ridurre il rischio credito a causa della pandemia dovere cambiare politica di remunerazione per gli azionisti. Detto fatto, Il consiglio di amministrazione della SEB, una del principali banche svedesi con una capitalizzazione di quasi 15 miliardi di euro ha annunciato il rinvio dell’assemblea di approvazione del bilancio e messo in discussione la distribuzione del dividendo di primavera. Una nuvola…

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close