Attilio Bertolucci a vent’anni dalla morte. Un «provinciale» a Roma


Attilio Bertolucci a vent'anni dalla morte. Un «provinciale» a Roma
Attilio Bertolucci (1911- 2000) in una foto di Carlo Bavagnoli

«Ci sono sempre occasioni per sentirsi in colpa, altrimenti chi scriverebbe?», si chiedeva Attilio Bertolucci presentando nel 1959 in una fortunata antologia poetica del critico Giacinto Spagnoletti una scelta di suoi versi noti e meno noti.

In seguito, quando suo figlio Bernardo si incamminava verso la celebrità e Giorgio Bassani, amico di famiglia, andava ripetendo nei più accreditati salotti letterari romani «Bernardo è bello dentro e bello fuori», Attilio dal canto suo si disimpegnava sfuggendo ai giornalisti col dire: «Amo mio figlio perché amo il cinema».

Lascia un commento

Close