Bicicletta, è boom: da Cinelli a Bottecchia e De Rosa corrono le 250 aziende italiane che le fabbricano


Sembra quasi un paradosso della storia. E pi in particolare della storia quotidiana, fatta di costumi, consumi, abitudini. E sorprese. La fine (o quasi) del lockdown in Cina raccontata dalle foto di lunghe file davanti ai negozi del fashion (spesso made in Italy); in Italia, e in particolare a Milano, da assembramenti di fronte alle vetrine, talvolta impreparate, dei negozi di biciclette (spesso made in China).

La coda davanti al negozio Rossignoli di Milano
La coda davanti al negozio Rossignoli di Milano

I numeri

Per le 250 aziende del settore, spesso piccole e familiari, che fatturano complessivamente 1,35 miliardi consegnando al Paese il primato di produzione (di frequente assemblaggio) ed…

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close