Gianni Schicchi al tempo del Covid:vivace, ironico, surreale


29 giugno 2020 – 19:54

Alla Cittadella del Carnevale l’opera secondo Valentina Carrasco: cantanti in mascherina, e ci sono pure (in video) Conte e De Luca

di Francesco Ermini Polacci



Ambientare al tempo del coronavirus «Gianni Schicchi», opera inaugurale del Festival Puccini, poteva sulle prime suonare come un’operazione esclusivamente furba, fatta per cavalcare l’onda della cronaca di questi giorni e ottenere la maggior eco mediatica possibile. Però, nella viva realtà dell’allestimento scenico, la scelta si è rivelata anche riuscita, grazie all’intelligenza e alle intuizioni della regista Valentina…

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close