Ilicic e l’Atalanta, il giallo dell’assenza: i soldati, i morti, la Bergamo ferita


L’Atalanta che trionfa nella notte di Valencia e scolpisce il suo nome nell’lite della Champions, lui che segna quattro gol, dribbling, serpentine, estasi tecnico sportiva, le suggestioni di Pallone d’oro. L’epicentro della pandemia, il conteggio dei morti, il suono delle sirene, i camion dei soldati che di notte trasportano le bare via da Bergamo. Forse stato troppo. Troppo tutto assieme e troppo velocemente.

Continua a leggere l’articolo

0 Condivisioni
Close