Doping Iannone, il Tas: «Sentenza a metà novembre». Il pilota: «Nessuno si permetta di giudicare»


Doping Iannone, il Tas: «Sentenza a metà novembre». Il pilota: «Nessuno si permetta di giudicare»

«Dentro ogni persona ci sono dolori che nessuno conosce, sacrifici che nessuno ha asciugato, cicatrici che nessuno ha curato. Ci sono sentimenti che nessuno potrà mai giudicare perché nessuno ha pianto le stesse lacrime, sofferto lo stesso dolore… Ognuno di noi conosce quello che tiene chiuso dentro al cuore e che nessuno al mondo deve permettersi di giudicare».

Così il pilota dell’Aprilia, Andrea Iannone,…

Continua a leggere l’articolo

0 Condivisioni
Close