Scontri dopo il Dpcm per il Covid, il Viminale vigila sugli «infiltrati» di estrema destra e di estrema sinistra


ROMA Formazioni di destra, centri sociali, tifosi ultr che approfittano della protesta dei lavoratori e innescano gli scontri: la tensione sociale che gi dalla scorsa primavera la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese e il capo della polizia Franco Gabrielli temevano potesse esplodere. E che adesso, dopo il Dpcm del governo che chiude numerose attivit, si manifesta nelle piazze delle citt italiane con lanci di molotov e assalti contro le forze dell’ordine. Una rabbia che si trasforma in violenza e incendia un clima gi incandescente. Per questo gi da giorni dal Viminale partita un’allerta forte —…

Continua a leggere l’articolo

0 Condivisioni
Close