Mail notturne, tamponi, visite a domicilio: vita da medico di famiglia ai tempi del Covid


Mail notturne, tamponi, visite a domicilio: vita da medico di famiglia ai tempi del Covid

«L’altra sera stavo sul divano, mia figlia piccola mi dice: “Papà, ma perché non dormi direttamente allo studio? Tanto stai sempre al telefono, scrivi le mail, rispondi ai messaggi su WhatsApp. A noi non parli mai”. Come darle torto, poverina?». Al tempo della seconda ondata, la giornata di un medico di famiglia non finisce mai. Anzi, comincia prima della sveglia. Almeno quella del dottor Luigi Sparano, 54 anni, 1.500 assistiti, due ambulatori a Napoli.

Risveglio (e 20 messaggi)

Prima del caffè, il dottor Sparano controlla telefono e computer. «Tra mail, WhatsApp ed sms stamattina ho…

Continua a leggere l’articolo

0 Condivisioni
Close