Dal giallo al rosso senza ritorno


Mezzogiorno, 20 novembre 2020 – 09:03

di Fortunato Cerlino

«Oh! Ma che fai? È giallo!».


‘);
}

«Non potevi passare, ti dovevi ferma’ ‘o semaforo».

«Ma che dici? Co’ giallo se passa ancora».

«Ma che dici tu? Giallo significa che devi rallentare e fermarti».

“Certo. So’ è regole».

«Da quando esiste ‘a patente».

«Bello! Io me ne fotto de’ regole… e po’ giallo vo’ dicere che è ancora quasi verde».

«A casa mia ‘o giallo vo’ dicere che è quasi rosso, che ti devi fermare».

«Uà frà, stai proprio a piezze, crideme!».

«Che stai scassanne ‘o…

Continua a leggere l’articolo

0 Condivisioni
Close