’Ndrangheta, giudice incompatibile: subito rinviato il maxi processo contro i clan


'Ndrangheta, giudice incompatibile: subito rinviato il maxi processo contro i clan
Avvocati nell’aula speciale di Vibo per l’avvio del processo (AFP)

Incardinato e subito rinviato. Il maxi processo «Rinascita-Scott» contro i clan di ‘ndrangheta del Vibonese, 325 imputati, subisce il primo stop per l’astensione della presidente Tiziana Macrì, decretata dalla Corte d’Appello di Catanzaro e del collegio giudicante. La giudice, infatti, in passato aveva autorizzato, come gip distrettuale, una intercettazione per uno degli odierni imputati. I giudici a latere, invece, si erano pronunciati in uno stralcio di un precedente processo dove erano imputati alcuni imputati…

Continua a leggere l’articolo

0 Condivisioni
Close