Crisi di governo, Tabacci a caccia di voti per Conte: «Dobbiamo dire messa con i frati che abbiamo»


Bruno Tabacci: parlargli fa parte del gioco.
A quest’ora, di solito, risale via Uffici del Vicario con lo sciarpone stretto al collo, lo zuccotto nero, nero come il cappotto, e la sua aria curiale, pallida, da democristiano di provincia.
Tabacci cerca pecorelle «responsabili».
«Portamene più che puoi — lo ha implorato Giuseppe Conte —. Possibilmente, prima di mercoledì».
Tabacci finora ne ha trovate 13 alla Camera (ma…

Continua a leggere l’articolo

0 Condivisioni
Close